Decreto “Resto al SUD” – Ampliata la platea dei beneficiari.
Martedì 26 Novembre 2019 12:44

A partire dal 9 dicembre 2019 gli under 46 ed i professionisti residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia potranno accedere agli incentivi previsti da “Resto al Sud” e presentare i progetti sulla piattaforma online di Invitalia.

È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 134/2019  relativo all'ampliamento della platea dei beneficiari della misura “Resto al Sud” con una dotazione finanziaria complessiva di 1.250 milioni di euro.

Resto al Sud, come funziona per i professionisti.

Il decreto definisce l’attività libero-professionale come quella svolta da “soggetti iscritti in ordini o collegi professionali nonché dagli esercenti le professioni non organizzate in ordini o collegi disciplinate dalla legge 14 gennaio 2013, n. 4”.

 

Grazie alle modifiche apportate dal decreto, che entrerà in vigore il prossimo 8 dicembre, possono accedere all’incentivo i liberi professionisti che, nei 12 mesi che precedono la richiesta di agevolazione, non sono stati titolari di partita Iva per un’attività analoga a quella proposta per il finanziamento e che mantengono la sede operativa nelle regioni interessate.

Si tratta, ad esempio, di professionisti, ex dipendenti di uno studio, che vogliono aprirne uno proprio o di chiunque voglia uscire da una situazione di precariato o lavoro irregolare.

Ultimo aggiornamento Martedì 26 Novembre 2019 12:50