Addendum all’Accordo per la moratoria del debito 2019
Martedì 10 Marzo 2020 08:58

Gentilissimi,

desideriamo informarvi sul fatto che alla luce della crescente emergenza di sanità pubblica conseguente alla diffusione dell’epidemia del COVID-19, che sta producendo danni rilevanti alle imprese italiane le quali, in alcuni casi, hanno dovuto interrompere o ridurre la propria attività e quindi della conseguente necessità di sostenere anche finanziariamente le imprese danneggiate dalla temporanea interruzione/riduzione dell’attività, al fine di evitare la perdita di capacità produttiva e relazioni commerciali, l’ABI e le Associazioni di rappresentanza delle imprese hanno:

a)  Richiesto di ampliare l’operatività del Fondo di Garanzia per le PMI, aumentando, tra l’altro, la quota garantita per le linee di credito a breve, in considerazione delle potenziali tensioni sul fronte della liquidità delle imprese, e per creare le condizioni per agevolare un allungamento delle scadenze dei finanziamenti garantiti, il tutto con riferimento alle operazioni oggetto di moratoria connesse agli effetti del diffondersi del Coronavirus;

b)  Esteso l’applicazione della misura “Imprese in Ripresa 2.0” di cui all’Accordo per il Credito 2019, ai finanziamenti in essere al 31 gennaio 2020 erogati in favore delle imprese danneggiate dall’emergenza epidemiologica “COVID-19”.

In tal senso, sperando di fare cosa gradita ed utile, in allegato la relativa modulistica da presentare alla banca con la quale si intrattengono rapporti per accedere ai benefici previsti dall’addendum all’Accordo di che trattasi.

 
Bando periferie, SO.SVI.MA. spa: consegnati i lavori partono i primi cantieri
Lunedì 03 Febbraio 2020 12:11

03 Febbraio 2020

“Via libera all’apertura dei primi cantieri finalizzati agli interventi di riqualificazione urbana presentati dalla SO.SVI.MA. Spa nell’ambito del bando periferie per un ammontare complessivo di circa 3,6 milioni di euro”. Lo annunciano l’Amministratore Unico Alessandro Ficile ed il responsabile Unico del Procedimento Carmelo Macaluso.

Dopo più di un anno di lavoro, prende concreto avvio il progetto “I ART Madonie” che vede coinvolto un partenariato pubblico – privato composto da 18 comuni (Alimena, Aliminusa, Bompietro, Caltavuturo, Castelbuono, Cerda, Geraci Siculo, Gratteri, Lascari, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, San Mauro Castelverde, Sciara, Scillato, Sclafani Bagni e Valledolmo) e da 2 partner privati (Associazione I WORLD e Sinergie Group Srl), guidati dalla SO.SVI.MA. spa e che prevede tra l’altro:

-          la riqualificazione urbana delle periferie dei Comuni aderenti e loro messa in rete

-          il miglioramento della qualità del decoro urbano

-          il potenziamento delle prestazioni e dei servizi di scala urbana, tra i quali lo sviluppo di pratiche del terzo settore per l’inclusione sociale

-          l’adeguamento di nove delle 18 infrastrutture destinate ad attività e servizi sociali e culturali, educativi e didattici.

 

Detti obiettivi si coglieranno attraverso la creazione di Centri Culturali Polivalenti (CCP) che, grazie al supporto di qualificati esperti, svilupperanno contenuti tematici, in grado di raccontare –con strumenti multimediali- in modo originale e creativo il paesaggio, la cultura e le identità territoriali.

Inoltre il progetto prevede il coinvolgimento di rilevanti istituzioni nel mondo dell’arte contemporanea per attività di networking internazionale e di alcuni dei più grandi artisti contemporanei al mondo di arte urbana e più specificatamente di street art.

Gli artisti saranno selezionati in corso d’opera sulla base di indiscussa fama e di un avviso pubblicato su tutte le più importanti riviste di arte contemporanea a livello internazionale. Essi interverranno negli spazi urbani periferici individuati dai Comuni nel rispetto dei vincoli urbanistici e paesaggistici e prenderanno come spunto le analisi storico antropologiche condotte nel corso del progetto.

 
Assessorato della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro - Comunicato relativo ai decreti n. 9466 dell’8 agosto 2018, n. 9482 e n. 9483 del 9 agosto 2018, riguardanti gli avvisi n. 2/2018 e n. 3/2018 di finanziamento di cantieri di lavoro
Venerdì 24 Agosto 2018 10:35

Sono stati pubblicati in data odierna sulla GURS n. 37 gli avvisi pubblici n. 2/2018 e n. 3/2018 con i rispettivi decreti di approvazione n. 9483 del 9 agosto 2018 e 9482 del 9 agosto 2018, relativi al finanziamento di cantieri di lavoro per i comuni fino a 150.000 abitanti e al finanziamento di cantieri di lavoro per gli enti di culto (legge regionale n. 3/2016, art.15, comma 2).

E' stato pubblicato anche il D.D.G. n. 9466 dell’8 agosto 2018 di approvazione del piano di riparto delle risorse assegnate a ciascun comune avente diritto.

 
Azione 4.1.1 del PO FESR Sicilia 2014/2020.
Lunedì 20 Agosto 2018 10:38

E' stato pubblicato sul Supplemento ordinario alla  GURS n. 36 del 17 agosto u.s. il decreto 26 luglio 2018 di approvazione dell’“Avviso pubblico con procedura valutativa a sportello per la concessione di agevolazioni in favore di Enti locali, anche nelle forme associative regolarmente costituite, per la realizzazione di opere pubbliche a mezzo di operazioni a regia regionale, per promuovere l’ecoefficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche” e della relativa modulistica, concernente le modalità e le procedure per la concessione e l’erogazione delle agevolazioni previste dall’Azione 4.1.1 del PO FESR Sicilia 2014/2020.

Allegati:
Scarica questo file (Gurs 17 agosto 2018.pdf)Gurs 17 agosto 2018.pdf[ ]38437 Kb
 
Decreto FER 1 – Incentivi rinnovabili
Lunedì 30 Settembre 2019 14:53

Il GSE mette a disposizione una sezione dedicata per fare il punto sugli incentivi e una guida al portale per l'iscrizione ai registri e alle aste.

Incentivi rinnovabili: gli impianti ammessi

Il decreto suddivide gli impianti che possono accedere agli incentivi in quattro gruppi in base alla tipologia, alla fonte energetica rinnovabile e alla categoria di intervento:

Gruppo A: comprende gli impianti:

  • eolici “on-shore" di nuova costruzione, integrale ricostruzione, riattivazione o potenziamento;
  • fotovoltaici di nuova costruzione.

Gruppo A-2: comprende gli impianti fotovoltaici di nuova costruzione, i cui moduli sono installati in sostituzione di coperture di edifici e fabbricati rurali su cui è operata la completa rimozione dell'eternit o dell'amianto.

Gruppo B: comprende gli impianti:

  • idroelettrici di nuova costruzione, integrale ricostruzione (esclusi gli impianti su acquedotto), riattivazione o potenziamento;
  • a gas residuati dei processi di depurazione di nuova costruzione, riattivazione o potenziamento.

Gruppo C: comprende gli impianti oggetto di rifacimento totale o parziale:

  • eolici “on-shore";
  • idroelettrici;
  • a gas residuati dei processi di depurazione.

Come accedere agli incentivi

Sono previste due diverse modalità di accesso agli incentivi a seconda della potenza dell'impianto e del gruppo di appartenenza:

  • Iscrizione ai Registri: gli impianti di potenza superiore a 1 kW (20 kW per i fotovoltaici) e inferiore a 1 MW che appartengono ai Gruppi A, A-2, B e C devono essere iscritti ai Registri, attraverso i quali è assegnato il contingente di potenza disponibile sulla base di specifici criteri di priorità;
  • Partecipazione a Procedure d'Asta: gli impianti di potenza superiore o uguale a 1 MW che appartengono ai Gruppi A, B e C devono partecipare alle Aste, attraverso le quali è assegnato il contingente di potenza disponibile, in funzione del maggior ribasso offerto sul livello incentivate e, a pari ribasso, applicando ulteriori criteri di priorità.

In caso di interventi di potenziamento, per tutte le tipologie di fonte, per determinare la modalità di accesso agli incentivi, la potenza da considerare corrisponde all'incremento di potenza a seguito dell'intervento.

Gli impianti rientrati in posizione utile nel rispettivo contingente possono accedere agli incentivi dopo essere entrati in esercizio e aver presentato l'apposita domanda di accesso al GSE.

Le date dei bandi

Sono previsti 7 bandi per la partecipazione ai registri o alle aste:

  • Primo bando: dal 30 settembre al 30 ottobre
  • Secondo bando: dal 31 gennaio 2020 all'1 marzo 2020
  • Terzo bando: dal 31 maggio al 30 giugno 2020
  • Quarto bando: dal 30 settembre al 30 ottobre 2020
  • Quinto bando: dal 31 gennaio 2021 al 2 marzo 2021
  • Sesto bando: dal 31 maggio al 30 giugno 2021
  • Settimo bando: dal 30 settembre al 30 ottobre 2021.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 10