PO FESR Sicilia 2014/200 _Avviso Azione 1.2.3
Venerdì 27 Ottobre 2017 11:14

PO FESR Sicilia 2014/200 – Approvazione dell’avviso pubblico concernente le modalità e le procedure per la concessione e l’erogazione delle agevolazioni previste dall’azione 1.2.3 "Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo su poche aree tematiche di rilievo e all'applicazione di soluzioni tecnologiche funzionali alla realizzazione delle strategie di S3 (da realizzarsi anche attraverso la valorizzazione dei partenariati pubblico-privati esistenti)".

con la presente vi comunichiamo che stamani è stato pubblicato sulla GURS il bando relativo all’Avviso di che trattasi, la Regione Siciliana con il presente Avviso, si pone l’obiettivo di finanziare progetti di ricerca industriale strategica volti alla realizzazione di nuovi risultati tecnologici di interesse per le filiere produttive regionali nella forma di dimostratori di nuovi prodotti o nuove tecnologie abilitanti, da diffondere verso le imprese regionali e valorizzare in termini economici sul mercato.

Scarica Allegati

 
Bando “Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli”
Martedì 06 Dicembre 2016 08:43

Con la sottomisura 4.2 “ s’intende:

  • favorire lo sviluppo delle aziende sul territorio e sostenere il processo di ristrutturazione e ammodernamento degli impianti al fine di migliorare il rendimento globale delle imprese anche con l’abbattimento dei costi di produzione, il miglioramento delle condizioni relative alla sicurezza sul posto di lavoro, compatibilmente anche con le necessità di protezione dell’ambiente (osservanza delle norme, risparmio idrico ed energetico, uso di fonti di energia alternative, riduzione dei fattori inquinanti);
  • favorire la concentrazione dell’offerta per abbattere i costi di commercializzazione;
  • incentivare interventi di integrazione verticale finalizzati ad aumentare il valore aggiunto delle produzioni ed il reddito dei produttori, anche attraverso investimenti per la logistica e l’utilizzo delle TIC;
  • migliorare la qualità dei prodotti agroalimentari, anche attraverso investimenti funzionali all’implementazione di sistemi di qualità, tracciabilità e gestione ambientale; promuovere l’introduzione di tecnologie e protocolli al fine di sviluppare nuovi prodotti e produzioni di qualità che consentano nuovi e maggiori sbocchi di mercato;
  • incentivare la  (per esempio quarta e quinta gamma, no food);
  • sostenere l’adeguamento strutturale delle microimprese ai requisiti comunitari europei di nuova introduzione.

Beneficiari
Gli agricoltori o gruppi di agricoltori, persone fisiche o giuridiche, PMI e grandi imprese che effettuano investimenti in Sicilia.

Priorità settoriali

Comparto agrumicolo

Investimenti finalizzati all’introduzione o al potenziamento delle produzioni della IV e V gamma;

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti;Interventi finalizzati all’introduzione di sistemi volontari di certificazione della qualità;

Comparto Ortofrutticolo

Investimenti finalizzati all’introduzione o al potenziamento delle produzioni della III IV e V gamma;
Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti;Interventi finalizzati all’introduzione di sistemi volontari di certificazione della qualità; Realizzazione di impianti di condizionamento e refrigerazione ad alta efficienza energetica;

Comparto Cerealicolo
Realizzazioni di sistemi di stoccaggio che consentano la differenziazione del prodotto ed una migliore conservazione dal punto di vista della qualità merceologica ed igienico sanitaria;

Leguminose
Investimenti finalizzati alla trasformazione e al confezionamento di legumi di IV e/o V gamma

Comparto Florovivaistico

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei materiali vegetali di scarto;

Interventi finalizzati all’introduzione di sistemi volontari di certificazione della qualità;

Piante Officinali

Realizzazione di sistemi innovativi e tecnologici per processi di trasformazione e/o stoccaggio mirati al miglioramento della qualità merceologica ed igienico-sanitaria del prodotto;
Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti;

Comparto olivicolo

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti e rifiuti;

Comparto carne e uova

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero ed allo smaltimento dei sottoprodotti e rifiuti;

Comparto lattiero-caseario

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti e rifiuti.

Sovvenzione dal 50 al 70% (PEI) a fondo perduto; Investimento massimo  fino a 10 milioni.

Le domande di partecipazione al bando potranno essere caricate sul portale SIAN di AGEA, a partire dal 05/12/2016 e sino al 20/03/2017.

 
COMUNE DI SCILLATO - BANDO PER CONCESSIONE IMBOTTIGLIAMENTO ACQUE
Lunedì 13 Giugno 2016 08:06

Pubblichiamo bando/disciplinare di gara per la concessione del servizio di fornitura di 10 lt/s d'acqua per imbottigliamento del Comune di Scillato.

 


 
INAIL - Avviso pubblico -ISI 2015
Venerdì 15 Gennaio 2016 11:10

INAIL - Avviso pubblico per incentivi di sostegno alle imprese per la realizzazione di progetti di investimento per migliorare le condizioni di salute e sicurezza sul lavoro o per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale o per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

 

Si comunica, in attuazione dell’art. 11, comma 5, del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. che è stato pubblicato nella GURI del 21 Dicembre 2015 l’avviso pubblico per incentivi di sostegno alle imprese per la realizzazione di progetti di investimento per migliorare le condizioni di salute e sicurezza sul lavoro o per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale o per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

1. Obiettivo

Incentivare le imprese a realizzare interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

2. Destinatari
I soggetti destinatari dei contributi sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.


3. Progetti ammessi a contributo
Sono ammessi a contributo progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie:

1. Progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori;

2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;

3. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Le imprese possono presentare un solo progetto per una sola unità produttiva, riguardante una sola tipologia tra quelle sopra indicate.

Per i progetti di tipologia 2 l’intervento richiesto può riguardare tutti i lavoratori facenti capo ad un unico datore di lavoro, anche se operanti in più sedi o più regioni.



4. Risorse finanziarie destinate ai contributi

L’importo destinato dall’Inail ai progetti di cui al punto 3, per l’anno 2015, è ripartito sui singoli avvisi regionali pubblicati sul portale dell’Inail.

5. Ammontare del contributo

Il contributo, in conto capitale, è pari al 65% delle spese sostenute dall’impresa per la realizzazione del progetto, al netto dell’iva. Il contributo massimo erogabile è pari a € 130.000.

Il contributo minimo ammissibile è pari a € 5.000. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di contributo.

6. Modalità e tempistiche di presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata in modalità telematica, con successiva conferma tramite posta elettronica certificata, come specificato negli avvisi regionali.
A partire dal 1° marzo 2016, sul sito www.inail.it – Servizi on line, le imprese hanno a disposizione una procedura informatica che consente loro, attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di contributo con le modalità indicate negli avvisi regionali.

7. Pubblicità

Gli avvisi regionali con i relativi allegati sono pubblicati in data odierna sul sito dell’Istituto nella sezione: “Incentivi per la sicurezza”

All’indirizzo:
www.inail.it/internet/default/INAILincasodi/Incentiviperlasicurezza/BandoIsi2015/Avvisipubbliciregionali/index.html

8. Punti di contatto

Contact Center: numero verde 803.164, gratuito da rete fissa, mentre per le chiamate da cellulare è disponibile il numero 06 164164 (a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico del chiamante).

 
Fondazione con il Sud_ Iniziativa “Con il Sud che partecipa”
Venerdì 15 Gennaio 2016 08:11

L’obiettivo dell’iniziativa “Con il Sud che partecipa”, promossa dalla Fondazione CON IL SUD e rivolta alle organizzazioni non profit di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia, è quello di sollecitare l’impegno dei cittadini in attività di volontariato al Sud, capaci di generare utilità sociale.

L’Iniziativa si articola in due fasi. Fino al 12 febbraio 2016 le organizzazioni di terzo settore e volontariato potranno presentare idee per avvicinare i cittadini al volontariato, valorizzando il loro impegno per il bene comune e provocando effetti di profonda innovazione nei contesti in cui vivono: meccanismi duraturi ed efficaci di cittadinanza attiva, impatto in termini di visibilità e capacità di coinvolgimento.

La partecipazione alla Prima fase dell'iniziativa potrà avvenire unicamente tramite la piattaforma Igrant (clicca qui>>). Per inviare la propria idea progettuale sarà necessario registrarsi o accedere sulla piattaforma (se si è già registrati), e inserire fra gli allegati di progetto: l'Allegato A - Idea progettuale (in formato .pdf compilabile) e l'Allegato B - Autodichiarazione & Privacy.

Le idee proposte potranno prevedere interventi in diversi ambiti.

Nel corso della seconda fase le idee selezionate dalla Fondazione saranno convertite in progetti esecutivi, attraverso una proposta di intervento più dettagliata e completa.

La Fondazione mette a disposizione 2 milioni di euro.

 

Per approfondimenti scarica il bando

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 7