News
Decreto “Resto al SUD” – Le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2019
Giovedì 10 Gennaio 2019 10:00

Con l’entrata in vigore della legge di Bilancio 2019 (legge n. 145-2018) vengono introdotte novità di grande impatto per chi è interessato alle agevolazioni a sostegno dell'autoimprenditorialità nel Mezzogiorno. L'età massima dei beneficiari sale infatti da 35 a 45 anni, mentre tra le attività economiche finanziabili vengono ammesse anche quelle libero professionali, finora escluse insieme ad agricoltura e commercio.

Si allarga, quindi, la platea dei beneficiari del regime di aiuto, che conta ad oggi 4.900 domande presentate e dispone di risorse finanziarie pari a 1,25 miliardi di euro a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2014-2020.

Finora le agevolazioni sono state riservate ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e residenti o disponibili a stabilirsi nelle Regioni del Mezzogiorno, cioè Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Molise, Sardegna e Sicilia, e a neo imprese già costituite negli stessi territori da giovani imprenditori dopo il 21 giugno 2017.

Da una parte, con l'intervento sull'età anagrafica si punta a offrire un'opportunità a soggetti che hanno maturato competenze professionali significative nel corso della loro esperienza lavorativa in condizioni di precariato o di lavoro sommerso/irregolare, ma anche a persone espulse dal mercato del lavoro a causa di crisi aziendali e di settore e con grandi difficoltà di ricollocamento.

D'altra parte, l’estensione alle libere professioni vuole rispondere alle difficoltà di accesso al mercato del lavoro sempre più diffuse nel Mezzogiorno anche per i giovani professionisti, soprattutto con riferimento alle professioni legate al settore edilizio.

Confermato l'impianto generale della misura: la manovra lascia intatta la copertura del 100% dei costi di avvio delle nuove iniziative imprenditoriali, per il 35% sotto forma di contributo a fondo perduto e per il 65% tramite finanziamento bancario assistito dal Fondo di garanzia per le PMI.

Nel corso dell’esame parlamentare, però, è stato previsto l’obbligo della costituzione, da parte dei soggetti che presentino le istanze, nelle forme giuridiche di impresa individuale o di società, incluse le cooperative, ad eccezione delle attività libero-professionali, per le quali è richiesto esclusivamente che i soggetti che presentano domanda non risultino, nei 12 mesi precedenti, titolari di partita IVA per l’esercizio di un’attività analoga a quella proposta.

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Gennaio 2019 10:08
 
IV edizione della Fiera della Biodiversità Alimentare Certificata - 9/11 novembre 2018 - Orto Botanico dell'Università degli Studi di Palermo
Mercoledì 07 Novembre 2018 08:34

Invito a partecipare alla IV Edizione FIERA DELLA BIODIVERSITA’ CERTIFICATA


Allegati:
Scarica questo file (invito carni.jpg)invito carni.jpg[ ]789 Kb
Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Novembre 2018 08:39
 
Strategia Area Interna Madonie – Firmato APQ Madonie
Lunedì 24 Settembre 2018 14:14

E' con grande piacere che vi comunichiamo che, finalmente, dopo tre anni di duro ed intenso lavoro di concertazione sul campo che ha coinvolto diverse centinaia di persone, è stato firmato l’APQ Madonie.

In allegato il relativo comunicato stampa.

Allegati:
Scarica questo file (COMUNICATO_APQ_firmato.pdf)COMUNICATO_APQ_firmato.pdf[ ]446 Kb
Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Settembre 2018 14:19
 
Ministero dello Sviluppo Economico- Voucher Digitalizzazione – Pubblicato elenco imprese beneficiarie.
Lunedì 25 Giugno 2018 08:24

il Ministero dello Sviluppo economico ha  pubblicato il decreto direttoriale del 1° giugno 2018, che approva l’elenco articolato su base regionale delle imprese destinatarie delle agevolazioni (allegato A), l'elenco delle imprese per le quali non vi è corrispondenza fra gli aiuti de minimis dichiarati in sede di domanda e quelli registrati nel Registro nazionale degli aiuti di Stato (allegato B) e l'elenco delle imprese per le quali la dichiarazione rilasciata in sede di domanda in merito al requisito Deggendorf non trova corrispondenza con i dati registrati nel Registro nazionale degli aiuti di Stato (allegato C).

Le risorse finanziarie complessivamente disponibili per la concessione del voucher per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese ammontano a 342.525.366 euro, di cui 188.479.903 euro per le Regioni meno sviluppate, 38.084.069 euro per le Regioni in transizione e 115.961.394 euro per le restanti Regioni più sviluppate, a valere sul PON Imprese e Competitività 2014-2020 e sul Fondo Sviluppo e Coesione (FSC).

Vi ricordiamo che i progetti di digitalizzazione dei processi aziendali e ammodernamento tecnologico finanziati dai voucher dovranno avere una durata non superiore a 6 mesi (a decorrere dal 14 marzo 2018) ed essere ultimati entro il 14 settembre 2018.

I voucher digitalizzazione copriranno fino al 50% delle spese sostenute, entro l'importo massimo indicato per ciascun beneficiario, e potranno essere richiesti, a seguito della realizzazione del progetto e del pagamento a saldo di tutte le relative spese, a partire dal 14 settembre 2018.

Le domande dovranno essere compilate mediante una apposita procedura informatica, che sarà resa disponibile sul sito del MISE dal 14 settembre, e accompagnate da:

  • titoli di spesa recanti le specifiche diciture previste dalla normativa di attuazione;
  • estratti del conto corrente utilizzato per i pagamenti connessi alla realizzazione del progetto agevolato;
  • liberatorie sottoscritte dai fornitori dei beni e dei servizi acquisiti, predisposte sulla base dello schema di cui all’allegato n. 4 al decreto direttoriale del 24 ottobre 2017;
  • resoconto sulla realizzazione del progetto, redatto secondo lo schema di cui di cui all’allegato n. 5 al decreto direttoriale del 24 ottobre 2017.

Il termine finale per la presentazione delle richieste di erogazione è il novantesimo giorno successivo alla scadenza dei 6 mesi per l’ultimazione del progetto agevolato, quindi il 13 dicembre 2018.

 
CALL IN_EXMA 2018
Lunedì 04 Giugno 2018 08:16

Consorzio Arca

Al fine di promuovere nuove realta'imprenditoriali nel territorio madonita, EXMA
<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=/CmAaOw8ndGSxKzNfVgAX1K/tyPbsrm0kePbQj/yq/vflRLVGRFxNoiUy1PJKgH6>
e MALL lanciano una Open Call per l'accesso ad un percorso di accelerazione della durata di sei mesi. ll bando si rivolge a singoli o team che intendano sviluppare progetti innovativi nell'ambito dei settori dell'agroalimentare, della valorizzazione dell'identità territoriale madonita, delle gestione sostenibile e rinnovabile delle risorse energetiche, e che vogliano accedere al percorso di accelerazione offerto da EXMA.

Saranno selezionati 10 team di innovatori e/o startup ai quali accederanno al programma di supporto per un valore equivalente a 5.000 Euro. EXMA sfida la città, considerata il luogo elettivo per la realizzazione di piattaforme rivolte a creativi ed innovatori. Una sfida che è anche relazione e dialogo, grazie al rapporto organico con altri hub e incubatori gestiti dai partner di EXMA: la Fabbrica del Consorzio ARCA, l'incubatore tecnologico attivo nel parco universitario di Palermo, e Cre.Zi Plus, il community hub dei Cantieri Culturali alla Zisa.

<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=bOqHaiJEWP2j5z7Q5A9HF1K/tyPbssm0kePbQj/yq/vflRLVGRExNoiUy1PJKgH6>

<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=BIl9+JKBM0yrnOYcDB+QGFK/tyPbshm0kePbQj/yq/vflRLVGRGRNoiUy1PJKgH6>

<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=zjDUuhiQPzSDDR6mC7XYX1K/tyPbsom0kePbQj/yq/vflRLVGRGBNoiUy1PJKgH6>

<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=nw0BWt1Ab8ekPWdzHeo3PVK/tyPbslm0kePbQj/yq/vflRLVGRGBNoiUy1PJKgH6>

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Giugno 2018 08:38
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3