PNRR – Fondo per Imprese Femminili – Comunicazioni
Lunedì 11 Aprile 2022 09:17

E' stato pubblicato nell’ambito dell’attuazione del PNRR l’avviso di che trattasi,

che sostiene la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese guidate da donne attraverso contributi a fondo perdutofinanziamenti agevolati.

La misura dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari a circa 200 milioni di euro, di cui 160 milioni di euro di risorse PNRR e 40 milioni di euro stanziati dalla legge di bilancio 2021. In questa prima fase il Fondo prevede l’apertura di sportelli online e l’attivazione di azioni di accompagnamento, formazione e valorizzazione della cultura imprenditoriale delle donne.

Le agevolazioni saranno concesse per programmi di investimento nei settori dell’industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, servizi, commercio e turismo. La misura rientra nel pacchetto di interventi promossi dal Ministero a sostegno della impresa femminile, indicati come prioritari nella missione “Inclusione e coesione” del PNRR che ha messo a disposizione una dotazione finanziaria complessiva di 400 milioni di euro.

A chi si rivolge

Il Fondo sostiene le imprese femminili di qualsiasi dimensione, già costituite o di nuova costituzione, con sede in tutte le regioni italiane.

Anche le persone fisiche possono presentare domanda di finanziamento, con l’impegno di costituire una nuova impresa dopo l’eventuale ammissione alle agevolazioni.

La misura si rivolge a quattro tipologie di imprese femminili:

  • cooperative o società di persone con almeno il 60% di donne socie
  • società di capitale con quote e componenti degli organi di amministrazione per almeno i due terzi di donne
  • imprese individuali con titolare donna
  • lavoratrici autonome con partita IVA.

Cosa finanzia - Dipende a quale tipologia di impresa si appartiene:

  1. Se una libera professionista vuole costituire una nuova impresa, oppure l’impresa è stata costituita da meno di 12 mesi, si possono presentare progetti d’investimento fino a 250 mila euro. Il Fondo mette a disposizione un contributo a fondo perduto che varia in funzione della dimensione del progetto:
    • per progetti fino a 100 mila euro, l’agevolazione copre fino all’80% delle spese (o fino al 90% per donne disoccupate) entro un tetto massimo di 50 mila euro;
    • per progetti fino a 250 mila euro, l’agevolazione copre il 50% delle spese, fino a un massimo di 125 mila euro.
  2. Se invece si ha un’impresa attiva da più di 12 mesi, si possono presentare progetti d’investimento fino a 400 mila euro per sviluppare nuove attività o per ampliare attività esistenti. In questo caso, il Fondo prevede un mix di contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso zero, con una copertura fino all’80% delle spese ammissibili, per un massimo di 320 mila euro, da rimborsare in otto anni.

In entrambi i casi, non è richiesto un valore minimo del progetto d’investimento, che dovrà essere realizzato in 24 mesi. I piani di spesa possono prevedere le spese per investimento e il costo del lavoro. Sono finanziabili anche le spese per il circolante, entro un massimo del 20% del programma di spesa ammissibile (o del 25% per le imprese con più di 36 mesi). Solo per le imprese con oltre 36 mesi di vita il contributo al circolante è concesso interamente a fondo perduto.

Come e quando presentare la domanda

La presentazione della domanda prevede una prima fase di compilazione e un successivo invio della domanda da effettuare sulla piattaforma online di Invitalia, che verrà attivata in funzione delle date di apertura dello sportello.

Lo sportello verrà infatti aperto in due fasi successive:

  • per le nuove imprese, o costituite da meno di 12 mesi, la compilazione sarà disponibile a partire dalle ore 10.00 del 5 maggio 2022, mentre la presentazione della domanda sarà possibile dalle ore 10.00 del 19 maggio 2022;
  • per le imprese avviate, costituite da oltre 12 mesi, la compilazione sarà dalle ore 10.00 del 24 maggio 2022, mentre la presentazione a partire dalle ore 10.00 del 7 giugno 2022.
 
APQ Madonie – Scheda tecnica AIMA 09 “Madonie in salute: Rete territoriale dei servizi di cura alle persone e di recupero delle fragilità giovanili” – Invio Nuovo Avviso Pubblico.
Mercoledì 23 Marzo 2022 12:52

Venerdì prossimo verrà pubblicato il nuovo avviso pubblico per la riqualificazione, ristrutturazione ed adeguamento di che trattasi; detto avviso si è reso necessario dal momento che alla luce delle 2 istanze pervenute, rimangono ancora da utilizzare circa il 50% del budget disponibile e pari a circa 500.000,00 euro.

Per consentirvi di poter assicurare la massima divulgazione possibile dell’Avviso a seguire vi inviamo anche una breve scheda descrittiva.

Scheda descrittiva

Tipologie di strutture agevolabili

L’azione promuove aiuti ad organizzazioni del Terzo Settore No Profit per investimenti nelle strutture per servizi socio-assistenziali  per l’accoglienza sia di minori oggetto di provvedimenti restrittivi di natura civile e penale che di inabili fisici e psichici, sia giovani che adulti  presso comunità alloggio residenziali o case protette per favorire la qualificazione dell’offerta dei servizi rivolti a questi target, anche introducendo elementi di innovazione ed uso dei ICT per il miglioramento della qualità della vita dei soggetti presi in carico.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda Organizzazioni del Terzo Settore  No Profit  in forma singola a condizione che:

-          siano Piccole e Medie Imprese, così come le stesse sono definite in allegato 1 del Reg. 651/2014);

-          che nel proprio atto costitutivo sia previsto che l’ente non persegua fini di lucro;

-          che svolgano attività in favore di giovani con disabilità fisica e psichica  e con limitazione all’autonomia.

Tipologia di interventi ammissibili

- Spese tecniche: Costi di progettazione esecutiva (max 5% dell’intervento);

-Opere civili: realizzazione attività di adeguamento e/o rifunzionalizzazione delle strutture;

- Acquisto beni/forniture: macchinari, impianti, arredi ed attrezzature.

Non sono ammissibili a contributo:

- interessi passivi, ad eccezione di quelli relativi a sovvenzioni concesse sotto forma di abbuono d’interessi o di un bonifico sulla commissione di garanzia;

- l’acquisto di terreni non edificati e di terreni edificati per un importo superiore al 10% della spesa totale ammissibile dell’operazione considerata.

Le agevolazioni

Gli aiuti, sono concessi nella forma di contributi in conto capitale, secondo la regola del de minimis, nella misura massima dell’80% della spesa ritenuta ammissibile e fino ad un massimo di 200.000,00 euro.

Titolarità o disponibilità dell’immobile

I soggetti beneficiari dovranno dimostrare, all’atto della presentazione della proposta progettuale, di avere la titolarità o la disponibilità dell’immobile oggetto dell’intervento (affitto, comodato, concessione) per un periodo di almeno 6 anni a partire dalla data di presentazione della proposta progettuale.

 
APQ Madonie – Scheda tecnica AIMA 07 “Madonie in salute: Rete territoriale dei servizi di cura alle persone con pacchetti benessere” - Pubblicato nuovo Avviso Pubblico da parte del Dipartimento regionale famiglia.
Mercoledì 23 Marzo 2022 12:49

Venerdì prossimo verrà pubblicato il nuovo avviso pubblico per la riqualificazione, ristrutturazione ed adeguamento delle case di riposo; detto avviso si è reso necessario dal momento che alla luce delle 4 istanze pervenute, rimangono ancora da utilizzare circa il 50% del budget disponibile e pari a circa 500.000,00 euro.

A seguire, vi riepiloghiamo gli aspetti focali in esso contenuti.

Area geografica eleggibile all’intervento

Territorio dei 21 Comuni dell’Area Interna Madonie

Tipologie di strutture agevolabili

Case di riposo e case protette

Soggetti beneficiari

1. Le imprese appartenenti al Terzo Settore e al No Profit (micro, piccole e medie imprese, così come definite in allegato 1 del Reg. CE 651/2014), costituite e in stato di attività.

2. I predetti soggetti sono considerati ammissibili se esercitanti una attività identificata come prevalente, rientrante in uno dei seguenti codici ATECO ISTAT 2007:

87 SERVIZI DI ASSISTENZA SOCIALE RESIDENZIALE
87.10.00 Strutture di assistenza infermieristica residenziale per anziani
87.20.00 Strutture di assistenza residenziale per persone affette da ritardi mentali, disturbi mentali o che abusano di sostanze stupefacenti
87.30.00 Strutture di assistenza residenziale per anziani e disabili

87.90.00 Altre strutture di assistenza sociale residenziale

Tipologia di interventi ammissibili

-          Realizzazione di interventi di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici esistenti;

-          Efficientamento energetico degli edifici;

-          Abbattimento e/o adeguamento delle barriere architettoniche;

-          Adeguamento degli impianti (elettrici, riscaldamento, telefonici, connettività, etc.);

-          Acquisto delle attrezzature e dei relativi arredi;

-          Qualificazione dell’offerta dei servizi;

-          Introduzione di elementi di innovazione ed uso di soluzioni di ICT per il miglioramento della qualità della vita.

Le agevolazioni

Gli aiuti, sono concessi nella forma di contributi in conto capitale, secondo la regola del de minimis e nella misura massima del 75% della spesa ritenuta ammissibile.

Titolarità o disponibilità dell’immobile

I soggetti beneficiari dovranno dimostrare, all’atto della presentazione della proposta progettuale, di avere la titolarità o la disponibilità dell’immobile oggetto dell’intervento (affitto, comodato, concessione) per un periodo di almeno 6 anni a partire dalla data di presentazione della proposta progettuale.

I progetti dovranno essere presentati entro 60 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso sulla GURS previsto per venerdì p.v..

 
Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) – APQ Madonie – Scheda AIMA08 “Rete dei servizi socio-sanitari domiciliari per disabili” – Avviso di accreditamento.
Venerdì 26 Novembre 2021 10:15

Avviso di accreditamento.

L’avviso consentirà di selezionare enti e/o associazioni presso le quali i giovani disabili potranno utilizzare i voucher che verranno loro assegnati.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 3