Fondo Turismo sostenibile, al via le domande di finanziamento
Giovedì 16 Marzo 2023 08:51

Al via i finanziamenti del Fondo per il Turismo sostenibile di cui art 8 decreto legge 152/21: online sul sito del Ministero c’è l’Avviso pubblico per la richiesta di incentivi, a partire dal 15 marzo per progetti o investimenti ammissibili entro il 31 dicembre 2025.

Le risorse disponibili ammontano a circa 355 milioni di euro, nell’ambito della dotazione complessiva del Fondo Tematico Turismo da 500 milioni di euro.

I finanziamenti sono erogati tramite i seguenti intermediari finanziari selezionati dalla BEI: Newco – Fondo Tematico Turismo Srl (Gruppo Intesa Sanpaolo ed Equiter Spa) per un importo di risorse da gestire pari a circa 189 milioni di euro; Banca Finint (per un importo di risorse da gestire pari a poco più di 165 milioni).

Gli investimenti ammessi possono prevedere la costruzione, la ristrutturazione e l’ammodernamento di strutture e infrastrutture, per favorire la transizione verde del settore, anche attraverso progetti e processi di digitalizzazione o interventi per la mobilità sostenibile connessa al turismo.

Il Fondo può sostenere anche esigenze di capitale circolante e costi di investimento delle imprese sotto forma di prestiti, prodotti di equity anche parziali.

Il Fondo Tematico per il Turismo promuove servizi di offerta turistica basati sulla sostenibilità ambientale, l’innovazione e la digitalizzazione dei servizi, in linea con gli obiettivi del PNRR.

Dal 15 marzo 2023, le richieste di finanziamento si possono inoltrare utilizzando gli specifici moduli previsti, accompagnate da una descrizione dell’investimento o del progetto e dell’indicazione di fabbisogno finanziario (complete di ogni altra documentazione indicata nelle schede disponibili sui siti delle banche che erogano il finanziamento), sui siti fondoturismo.equiterspa.com, www.equiterspa.com/advisory/fondo-turismo, fondoturismosostenibile.finint.com.

Si può fare una sola domanda ad una sola banca tra quelle convenzionate. Le richieste saranno valutate tramite istruttoria creditizia e finanziaria senza graduatorie cronologiche e/o di merito. La scadenza di presentazione delle proposte progettuali è il 30 giugno 2025, salvo esaurimento delle risorse del Fondo Tematico Turismo.

Allegati:
Scarica questo file (Fondo Turismo.pdf)Fondo Turismo.pdf[ ]139 Kb
 
Interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, da finanziare nell’ambito del PNRR, Missione 2, componente 1, investimento 2.2 «Parco Agrisolare»
Lunedì 04 Luglio 2022 06:39

E' stato pubblicato sulla G.U. n. 149 del 28 giugno u.s. l’avviso di che trattasi con il quale si forniscono le direttive necessarie all’avvio della misura Parco agrisolare», tramite l’erogazione di un contributo a fondo perduto pari al 50% dell’investimento per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale.

Gli impianti dovranno essere progettati per coprire il fabbisogno energetico dell’azienda e devono prevedere l’installazione di impianti fotovoltaici, con potenza di picco non inferiore a 6 kWp e non superiore a 500 kWp. Si potrà prevedere l’acquisto e la posa in opera di pannelli fotovoltaici sui tetti di fabbricati strumentali all’attività dei soggetti beneficiari, ivi compresi quelli destinati alla ricezione ed ospitalità nell’ambito dell’attività agrituristica.

Unitamente a tale attività, possono essere eseguiti uno o più dei seguenti interventi di riqualificazione ai fini del miglioramento dell’efficienza energetica delle strutture:

a) rimozione e smaltimento dell’amianto (o, se del caso, dell’eternit) dai tetti;

b) realizzazione dell’isolamento termico dei tetti;

c) realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria).

Le domande di accesso agli incentivi dovranno essere presentate attraverso il portale messo a disposizione dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. accessibile dall’Area clienti. Il caricamento delle proposte sarà possibile dalle ore 12:00 del 27 settembre fino alle ore 12.00 del 27 ottobre 2022.

Allegati:
Scarica questo file (ALLEGATO A.pdf)ALLEGATO A.pdf[ ]65 Kb
Scarica questo file (GURI 28.6.2022.pdf)GURI 28.6.2022.pdf[ ]189 Kb
 
APQ Madonie – Scheda tecnica AIMA 09 “Madonie in salute: Rete territoriale dei servizi di cura alle persone e di recupero delle fragilità giovanili” – Invio Nuovo Avviso Pubblico.
Mercoledì 23 Marzo 2022 12:52

Venerdì prossimo verrà pubblicato il nuovo avviso pubblico per la riqualificazione, ristrutturazione ed adeguamento di che trattasi; detto avviso si è reso necessario dal momento che alla luce delle 2 istanze pervenute, rimangono ancora da utilizzare circa il 50% del budget disponibile e pari a circa 500.000,00 euro.

Per consentirvi di poter assicurare la massima divulgazione possibile dell’Avviso a seguire vi inviamo anche una breve scheda descrittiva.

Scheda descrittiva

Tipologie di strutture agevolabili

L’azione promuove aiuti ad organizzazioni del Terzo Settore No Profit per investimenti nelle strutture per servizi socio-assistenziali  per l’accoglienza sia di minori oggetto di provvedimenti restrittivi di natura civile e penale che di inabili fisici e psichici, sia giovani che adulti  presso comunità alloggio residenziali o case protette per favorire la qualificazione dell’offerta dei servizi rivolti a questi target, anche introducendo elementi di innovazione ed uso dei ICT per il miglioramento della qualità della vita dei soggetti presi in carico.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda Organizzazioni del Terzo Settore  No Profit  in forma singola a condizione che:

-          siano Piccole e Medie Imprese, così come le stesse sono definite in allegato 1 del Reg. 651/2014);

-          che nel proprio atto costitutivo sia previsto che l’ente non persegua fini di lucro;

-          che svolgano attività in favore di giovani con disabilità fisica e psichica  e con limitazione all’autonomia.

Tipologia di interventi ammissibili

- Spese tecniche: Costi di progettazione esecutiva (max 5% dell’intervento);

-Opere civili: realizzazione attività di adeguamento e/o rifunzionalizzazione delle strutture;

- Acquisto beni/forniture: macchinari, impianti, arredi ed attrezzature.

Non sono ammissibili a contributo:

- interessi passivi, ad eccezione di quelli relativi a sovvenzioni concesse sotto forma di abbuono d’interessi o di un bonifico sulla commissione di garanzia;

- l’acquisto di terreni non edificati e di terreni edificati per un importo superiore al 10% della spesa totale ammissibile dell’operazione considerata.

Le agevolazioni

Gli aiuti, sono concessi nella forma di contributi in conto capitale, secondo la regola del de minimis, nella misura massima dell’80% della spesa ritenuta ammissibile e fino ad un massimo di 200.000,00 euro.

Titolarità o disponibilità dell’immobile

I soggetti beneficiari dovranno dimostrare, all’atto della presentazione della proposta progettuale, di avere la titolarità o la disponibilità dell’immobile oggetto dell’intervento (affitto, comodato, concessione) per un periodo di almeno 6 anni a partire dalla data di presentazione della proposta progettuale.

 
Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) – APQ Madonie – Scheda AIMA08 “Rete dei servizi socio-sanitari domiciliari per disabili” – Avviso di accreditamento.
Venerdì 26 Novembre 2021 10:15

Avviso di accreditamento.

L’avviso consentirà di selezionare enti e/o associazioni presso le quali i giovani disabili potranno utilizzare i voucher che verranno loro assegnati.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 3